Agapo. Telefono……a chi?

Pontifex ripropone il comunicato di Agapo (Associazione Genitori e Amici Persone Omosessuali) che avevo già commentato: è inutile tornarci sopra.
Però è utile parlare di un altro aspetto.
L’Associazione Agapo offre il servizio di telefono amico “Amico Segreto“.
Alcune informazioni. Il servizio è erogato in collaborazione con la Asl Milano della Regione Lombardia. Infatti nel sito di “Amico Segreto” è presente il logo della Asl Milano che finanzia il servizio con un importo di 2.616,65 €: ovviamente non è una grande cifra sebbene sarebbe utile interrogarsi sull’efficacia della “sussidiarietà orizzontale“.
Dal sito di Amico Segreto leggo che: “è uno spazio protetto e anonimo dove si può parlare apertamente della propria omosessualità e del modo unico in cui la si vive (o la si soffre) con un volontario formato all’ascolto“.

Ora Agapo sostiene le discusse terapie riparative di Nicolosi: per quale motivo la Asl di Milano deve avvalersi e deve finanziare un’associazione che propugna delle teorie riparative su cui lo stesso Ordine degli Psicologi della Regione Lombardia ha espresso dei forti dubbi per forti rischi legati alla deontologia?
Nel sito leggo che la chiamata telefonica sarà ricevuta da un “volontario formato all’ascolto“. Chi ha “formato” questi volontari? Qual è l’approccio di questi “volontari” davanti ad una persona che può vivere un disagio psicologico? Non può essere dannoso che una persona che non è psicologa possa interagire con un individuo con problemi psicologi e sostituirsi agli stessi medici psicologi?
La risposta ad Agapo.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...