Il ritorno dei Pet Shop Boys: Elysium

Il duo inglese dei Pet Shop Boys formato da Neil Tennant e Chris Lowesono ritornati con l’undicesimo album (pubblicato ieri) Elysium.
Registrato nel corso dell’anno, l’album segna una specie di ritorno alle sonorità soft del duo (lontanamente paragonabili a quelle di Behaviour).
Se il posse avesse un paradiso, un “Elysium” – una vita dopo la morte per i suoi eroi – i Pet Shop Boys sicuramente meriterebbero un posto. Il loro undicesimo album è un ascolto particolare, però. La metà di esso si rifà al capolavoro riflessivi degli anni ’90, Behaviour, con canzoni che parlano di invecchiamento (Invisible) e la fuga (Breathing Space) esercitando struggenti strappi. Leaving è ancora meglio, un poema epico sulla morte e “sul contesto che fornisce”.
L’altra metà dell’album, invece, si sente amaro e irriverente. In Ego Music, Neil Tennant critica celebrità giovani attraverso un classico nel rap (“Mi vedo come un edificio”), prima che un coro stupido (“io, io, io, io”) affondi l’intero sforzo.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...