2 pensieri su “Il monologo di Flavio Insinna sui vizi e le virtù degli Italiani

  1. Nanny

    Insinna puo’ piacere o meno ( a me piace ma non è questo il punto) tuttavia il contenuto del monologo è purtroppo la verità. Oggi parliamo di antipolitica, e francamente non se ne puo’ piu’, i politici ce li abbiamo messi noi, e ce li abbiamo messi perchè ci facevano comodo. Facciamo una scommessa: di tutti i consiglieri regionali del lazio il 60% verrà rieletto. Da chi, da noi. Ah, un consiglio: per rendervi conto del marasma in cui viviamo dovete andare un po’ all’estero, non per turismo, ma per viverci qualche anno.

    Rispondi
    1. Cagliostro Autore articolo

      Gentile Nanny,
      concordo in pieno. Forse noi Italiani dovremmo riflettere sulla frase di J.F.kennedy “Non chiederti che cosa può fare il tuo paese per te, ma chiediti che cosa puoi fare tu per il tuo paese”.
      Noi invece abbiamo sempre pensato a cosa i politici potessero fare per noi dimenticando che – alla fine – sono i nostri rappresentanti. Una brutta rappresentanza è frutto di una brutta classe elettorale.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...