Il patriarca Kirill: «Benedetto XVI è solidale con la Chiesa ortodossa nella vicenda delle Pussy Riot».

La vicenda delle Pussy Riot continua ad attirare l’attenzione dei media.
A febbraio sei membri del gruppo punk erano entrate – senza che ci fosse nessuna funzione religiosa in corso – nella Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca intonando questi versi: «Madre di Dio, Vergine, caccia via Putin! caccia Putin, caccia Putin! Sottana nera, spalline dorate. Tutti i parrocchiani strisciano inchinandosi. Il fantasma della libertà è nel cielo. Gli omosessuali vengono mandati in Siberia in catene. Il capo del Kgb è il più santo dei santi. Manda chi protesta in prigione. Per non addolorare il santo dei santi le donne devono partorire e amare. Spazzatura, spazzatura, spazzatura del Signore. Spazzatura, spazzatura, spazzatura del Signore. Madre di Dio, Vergine, diventa femminista. Diventa femminista, diventa femminista. Inni in chiesa per leader marci, una crociata di nere limousine. Il prete viene oggi nella tua scuola. Vai in classe, portagli il denaro. Il Patriarca crede in Putin. Quel cane dovrebbe piuttosto credere in Dio. La cintura della Vergine Maria non impedisce le manifestazioni. La Vergine Maria è con noi manifestanti. Madre di Dio, Vergine, caccia via Putin. Caccia via Putin! caccia via Putin!».

Successivamente sono state arrestate tre membri del gruppo: Maria Alyokhina (24 anni), Nadezhda Tolokonnikova (22 anni) e Ekaterina Samutsevitch (29 anni) e condannate a due anni di carcere per teppismo ed odio religioso. Successivamente Ekaterina Samutsevitch è stata scarcerata dalla Corte d’appello mentre le altre due componenti sono rimaste in carcere.

La Chiesa ortodossa aveva espresso soddisfazione per l’esito della vicenda mentre Avvenire – al contrario della comunità internazionale indignata per questa incarcerazione si era limitato a scrivere che «al procedimento si attribuisce una motivazione politica, anche se il gesto delle Pussy Riot sarebbe stato sanzionato in qualsiasi altro Paese».

Ora sembra che anche Benedetto XVI appoggi la dura presa di posizione della Chiesa ortodossa. Infatti sul sito del Patriarca Kirill – capo della Chiesa russa – è comparso il seguente comunicato stampa: «Papa Benedetto XVI ha espresso la sua solidarietà con la posizione della Chiesa ortodossa russa e la sua sorpresa per quanto riguarda la reazione di alcuni dei media su questi eventi».

La Santa sede non ha smentito il comunicato della Chiesa ortodossa. Il portavoce vaticano padre Lombardi – così come riporta il quotidiano britannico The Independent – si è limitato ad affermare: «Non ho niente da dire. Questa notizia è stata riportata sul sito del patriarca russo e si trattava di un incontro di cui non ero al corrente. Non ho alcuna intenzione di disturbare il papa per chiedergli a riguardo».

Forse sarebbe meglio che padre Lombardi lo disturbasse.

Articolo pubblicato anche su

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...