Sondaggio Gallup: maggioranza degli europei a favore dell’eutanasia.

L’istituto di ricerca svizzero Isopublic, affiliato alla prestigiosa società demoscopica Gallup, ha realizzato dal 24 settembre al 9 ottobre un sondaggio sul parere dei cittadini di dodici Paesi europei (Danimarca, Germania, Finlandia, Francia, Grecia, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Austria, Portogallo, Svezia, Spagna) sull’eutanasia.
Nel complesso gli europei sono a favore sebbene ci siano popolazioni dove il consenso sia minore. La maggior parte degli intervistati pensa che ciascun individuo debba avere la possibilità di determinare in modo autonomo quando e come vuole morire con percentuali che variano dall’87 per cento in Svezia ed il 52 in Grecia: in Italia il 76 per cento pensa che ciascuno abbia il diritto di disporre della propria vita mentre i contrari sono il 17 per cento (il resto sono indecisi).
I pareri sono stati più tiepidi, seppur sempre maggioritari, davanti alla domanda su quanto personalmente si sia disposti a prendere in considerazione l’eutanasia davanti ad una grave malattia incurabile o una grave invalidità. A prendere in considerazione per sé stessi questa alternativa sono il 78 per cento degli spagnoli, il 71 degli italiani ed il 68 degli irlandesi. Paradossalmente aumenta il consenso tra i greci che si considerano personalmente l’eutanasia nel 56 per cento dei casi. Quindi le popolazioni europee sono a favore dell’eutanasia in linea generale ma il consenso diminuisce qualora debbano prenderla in considerazione per la propria persona: questo principio invece viene capovolto in Grecia.
Schiacciante contrarietà a considerare l’eutanasia sanzionabile di pena: ad essere in disaccordo sono l’82 per cento dei portoghesi, il 76 degli italiani (solo il 18 per cento è favorevole) mentre paradossalmente i più “tiepidi” sono gli svedesi dove solo il 58 per cento degli intervistati pensa che l’eutanasia non debba essere penalmente rilevante.
Uno degli argomenti usati per opporsi all’eutanasia è che la sua introduzione potrebbe incentivarne il ricorso. Il 73 per cento dei danesi pensa che questa eventualità non possa accadere mai o solo raramente mentre solo il 38 per cento dei greci respinge questa ipotesi: il 62 per cento degli italiani non condivide mentre il 29 pensa che sia possibile.
Seppure in misura minore, il parere favorevole degli italiani verso l’eutanasia era emerso anche nel Rapporto Italia 2012 di Eurispes. Nonostante gli italiani siano a favore dell’eutanasia attualmente alla Camera è in discussione il disegno di legge Calabrò che non solo proibisce all’articolo 1 «ogni forma di eutanasia e ogni forma di assistenza o di aiuto al suicidio» ma di fatto non permette neanche che il paziente possa chiedere di non essere sottoposto a determinati trattamenti terapeutici in opposizione all’articolo 32 della Costituzione che prevede che «Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge».

Articolo pubblicato anche su

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...